BLOG Andrea Secci

GeloSecci, mai fidarsi delle ParaNOIE

Mica lo immaginavo di poter essere così geloso!

L’ho riscoperto ieri sera, quando ho provato a telefonare ad Aly e non mi ha risposto.
E’ fuori città per lavoro, così ci sentiamo spesso. Ieri sera, però, nessun risultato.
Squilla. Ma non risponde.
Provo ancora. Nulla.
Le mando un sms e le dico di chiamarmi appena legge il messaggio.
Intanto mi metto davanti alla Tv, con il cellulare seduto accanto a me sul divano.
Ancora niente.
Sorrido, e le mando un altro sms: “Hai dimenticato la vibrazione inserita e non hai sentito la mia chiamata, né il mio messaggio, vero?”
Dopo pochi minuti, la risposta: “Sono a cena, non posso risp.”.
Guardo il display e leggo il messaggio quella decina di volte che mi assicura di avere letto bene.
E’ a cena e non può “risp.“?
E perchè mai non mi può “risp.”?
Con chi è a cena, da non potermi rispondere?
Da chi si è fatta invitare?
Lo sapevo che le trasferte di lavoro altro non sono che pretesti per evadere un po’ dalla routine.
Che cavolo! Io sono qui, in casa da solo, e lei esce per divertirsi! E magari dopo va anche al cinema! O a ballare!
Con lui.
Sì, perchè se non può rispondere al telefono, di certo è a cena con un “lui”. E non vuole rovinare l’idillio, rispondendo al proprio noioso compagno! Brava!
Stupido io, che il mese scorso ho evitato di andare alla cena degli ex-compagni di classe, perchè c’è “quella” che mi stava dietro e non volevo far preoccupare Aly! Ah, ma se ne rifaranno un’altra, non me la perderò di certo!
Sicuramente lui starà facendo il “piacione”, ora! Avrà ordinato champagne e spenderà anche qualcosa in più, per fare colpo. Oddio, mica la farà bere troppo, che poi i freni inibitori crollano…
Ecco, ora lei beve qualche bicchiere e poi perde la testa. Ma era proprio necessario andare a fare baldoria con uno sconosciuto?
Io glielo dico sempre che da’ troppa confidenza a tutti. Bisogna essere riservati, al giorno d’oggi, che gli uomini sono dei rapaci e se dici loro “buongiorno” con un po’ troppo trasporto, interpretano che vuoi fare la smorfiosa!
Domani, quando torna mi sente! Oh, se mi sente…

In quel momento, il campanello di casa trilla.
Stasera non è serata! Chi è che rompe? Se è la vicina del piano si sopra, che vuole lamentarsi perchè prima ho ascoltato due dischi a volume troppo alto…
Apro la porta e Aly è lì.
La guardo con meraviglia e stupore (mentre mi sento stupido e ingiusto per aver pensato così tante sciocchezze!).
Mi getta le braccia al collo e mi soffoca nella sua stretta, felice d’avermi fatto una riuscitissima sorpresa ed essere rincasata con un giorno d’anticipo, guidando per tutta la sera.

Per continuare ad usare il sito, devi accettare l'utilizzo dei Cookie. Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close