BLOG Andrea Secci

Mahmood? a me piace

Questa è per tutti gli haters (in Italiano sennó poi non capite cosa significa “stronzi da tastiera”)
…il ragazzo che ha vinto il Festival di Sanremo si chiama ALESSANDRO è nato a MILANO nel 1992, il padre è Egiziano mentre la madre è italiana nata in Sardegna.

E’ cresciuto qui, ha studiato qui, ha fatto musica qui, ha lavorato qui…
In Egitto forse ci è andato 3 volte in 26 anni, (io 2 volte fate voi).

Aprendo le orecchie e ascoltando con attenzione il suo brano capirete che forse il padre è tranquillamente sposato con un’altra, avrà sicuramente altri figli e probabilmente non ha più rapporti con Alessandro da molto tempo.

Ma si sá, la gente ha la memoria corta perchè Mahmood era a già stato Sanremo Giovani nel 2016 con Ermal Meta, Irama, e il mio amico fraterno Francesco Gabbani, lui arrivò al 4° posto.

La “polemica” e gli insulti partono ora però, all’epoca siccome era arrivato quarto non se lo inculó nessuno.
Peccato però che è sempre lo stesso ragazzo, lo stesso che nel 2012 partecipò anche ad X Factor con Chiara Galiazzo.

Lui stesso in conferenza ha risposto così ad una domanda riguardante la polemica politica dei migranti:

“Io sono italiano, nato e cresciuto a Milano. Non mi sento tirato in causa.

Nel brano ho messo una frase araba che è un ricordo della mia infanzia, ma sono italiano al 100%”.

Il brano dice “Lasci la città ma nessuno lo sa, ieri eri qua ora dove sei papà, io da te non ho voluto soldi”.

Il verso in arabo dice “Waladi Waladi Habibi Ta’aleena” che significa “Figlio mio, amore vieni qua”, una frase un ricordo che Mahmood ha del padre quando giocava con lui.

ALESSANDRO è anche l’autore del brano che tutti cantate ultimamente, quale?
…l’ultimo singolo di Mengoni “Hola”,

Ah dimenticavo ha scritto anche la canzone dell’estate 2018 che tutti noi cantavamo, quale? “TU VEDI NERO IO VEDO BALI” di Elodie, Michele Bravi e Guè Pequeno.

Voi a 26 anni cosa sapete scrivere?

Lui HA VINTO SANREMO e andrà anche a Tel Aviv per rappresentarci all’Eurovision… VOI siete comodi sul divano pronti a criticare, come sempre.

In ogni caso ricordatevi sempre che il cantante in questione è ITALIANO, inutile scrivere “immigrato, mammut, da quale barcone è sceso” e altre cazzate.

Ha vinto lui, fatevene una ragione.

Vi ricordo che da 1 mese e 10 giorni siamo nel 2019, la musica è anche questo, non solo lirica, urla, sole, cuore, amore!

Aprite le orecchie ma anche il cervello, il 1919 ormai dovrebbe essere un ricordo lontano.

Ma c’è bisogno di spiegare ogni volta?

Non vi sentite un pó pesanti, cattivi e vuoti dentro?

Il brano può piacere o no ma le offese che vanno sul personale non servono e non ve le ha chieste nessuno.

Ah dimenticavo il brano a me Piace
Ed oggi è primo ovunque, forse anche a sto giro la sala stampa Radio e TV ci aveva visto lungo.

Per continuare ad usare il sito, devi accettare l'utilizzo dei Cookie. Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close